La mia intervista su Rolling Pandas!

logo

Ehi, oggi siamo ospiti! Ti porto a conoscere il team di Rolling Pandas, dove trovi anche una mia intervista sulla vita qui a Shanghai.

Rolling Pandas è un sito di viaggi fresco, giovane, ben organizzato. Trovi tantissimi spunti e informazioni utili, nonchè la possibilità di personalizzare il viaggio in base alleRoling Pandas tue inclinazioni. E ci sono ovviamente affascinanti tour in Cina, che toccano anche Shanghai. Così magari passi a trovarmi!

Tutte le volte, sentirmi rivolgere delle domande secche, specifiche, dirette, mi manda in crisi. Ma solo all’inizio. Perchè poi il dovervi rispondere innesca un processo per cui devo mettere a fuoco cose che normalmente lascio in secondo piano, devo fermare un momento quella che è la mia vita quotidiana e osservarla da fuori, per poterla raccontare. Un po’ faticoso ma interessante, ogni volta scopro qualcosa di nuovo anch’io! Ma sei ancora qui? Vai a leggere l’intervista sul loro blog!!!

Annunci

Chengdu, Leshan e weekend improvvisati

oznor
La piazza di fronte al Museo della Scienza e della Tecnica a Chengdu

A cosa servono le trasferte che nate per durare un giorno, si dilungano indefinitamente fino a toccare le rive del fine settimana? Ad organizzarne in poche ore uno fuori Shanghai.

“Devi stare ancora a Chengdu?”

“Eh sì.”

“Che faccio, vengo lì?”

“Meglio, altrimenti non so quando ci vediamo. Almeno facciamo qualcosa insieme ‘sto weekend.”

“Ok, ci sarà di sicuro qualcosa da vedere lì nei dintorni. Voglio dire, siamo in Sichuan…”

Così si sale su un aereo e si va. Continua a leggere “Chengdu, Leshan e weekend improvvisati”

Il paese delle donne – Yang Erche Namu

Il paese delle donneL’anno scorso durante il viaggio alla scoperta dello Yunnan ho visitato il lago Lugu e i suoi dintorni. Tanto lo so che non te lo ricordi, quindi puoi rileggerti qui del lago sacro, del monte Gamu e della sua grotta. E soprattutto della minoranza etnica matrilineare che vive in questa zona, i Mosuo o Moso.

E lì, in una villa privata trasformata in museo, ho scoperto questo libro, “Il paese delle donne”. Ci ho messo un po’ a scovarlo e procurarmelo, ma ce l’ho fatta e me lo sono letto tutto d’un fiato durante le dodici ore di volo tra Milano e Shanghai. E ora che sono le quattro di mattina e mentre decido se ho voglia di fare colazione o cena (grazie jet lag) ti racconto qualcosa di queste pagine.

Continua a leggere “Il paese delle donne – Yang Erche Namu”

Di silenzi e di barche drago

Ogni tanto ti ritrovi che non sai cosa scrivere.

Lo so che non è che devo farlo, ma qualche volta queste quattro paginette mi vengono in mente e penso: cosa cavolo gli racconto adesso? Niente di meglio che darmi i compiti per mandarmi in black out . Ma sai cos’è? mi sa che è semplicemente l’abitudine, la routine (una specie, la mia vita a Shangahi ha a stento un ritmo ripetibile). La pigrizia, quella intellettuale, la peggiore. Che certe cose non mi sembra che valga la fatica di metterle in ordine, o semplicemente non mi sembrano interessanti, non le vedo più.

E più tempo lasci passare peggio è, non è così? E sì che con l’ultima chiacchierata mi sembrava di aver lasciato un sacco di argomenti in sospeso…

Ma non importa, coglierò l’occasione per spezzare questo silenzio raccontandoti qualcosa sul Dragon Boat Festival, che quest’anno cade proprio oggi, il 7 giugno. Mi piace un sacco raccontare storie. Continua a leggere “Di silenzi e di barche drago”