Quando la Cina profuma di osmanto

Fiori di Osmanto. Immagine tratta dal web

Una cosa che non mi sarei mai aspettata da Shanghai è che potesse profumare tutta di fiori, e che l’autunno – la mia stagione preferita – oltre alle foglie colorate e alle mooncakes, portasse anche una inimitabile fioritura. Un altro regalo che questa vita in Cina mi ha fatto. Perchè proprio attorno al Mid Autumn Festival una pianta incredibile apre i suoi minuscoli fiori e riempie l’aria del suo profumo dolce e penetrante. Se mi avessero detto che un giorno avrei aspirato l’aria ottobrina di Shanghai a pieni polmoni e con piacere, probabilmente non ci avrei creduto. Magie dell’osmanto.

Continua a leggere “Quando la Cina profuma di osmanto”

La mia Shanghai: lilong, shikumen e cambiamenti

Il classico skyline di Shanghai visto dal Bund

Apri un motore di ricerca e inserici nella barra la parola “Shanghai”. Le immagini che ti appariranno sul monitor saranno per il 90% foto del Bund, di Pudong, di Lujiazui. Insomma, il classico skyline di Shanghai sul fiume Huangpu, la parte nuova, glamour, modernissima e patinata. Affascinante, confortante e piacevole. Vista immancabile se vieni qui come turista, soprattutto con i giochi di luce la sera. La prima cosa che ho visto anch’io al mio arrivo in questo Paese, due anni e mezzo fa. Ho incontrato gente che crede che Shanghai sia questo, ma non lo è per niente. E’ solo la parte più giovane della città, che ha alle spalle una storia lunga e ricca, e la mostra ancora tutta se sai cercare e guardare bene. Nemmeno troppo lontano da questi grattacieli.

Un parrucchiere che esercita all’aperto. Se ne trovano sempre di meno.
Continua a leggere “La mia Shanghai: lilong, shikumen e cambiamenti”

Koyasan e Fujinomiya. Deep Japan.

Koyasan: immersione nel buddismo

Okuno in
Arrivando all’Okuno-in

Immagina di essere in Giappone. In montagna, circondato da boschi, l’aria è fresca e pulita e ci sono parecchie nuvole. Ti addentri sotto i cedri seguendo un sentiero, tra le piante altissime e fitte, che rendono la luce ancora più scarsa. Iniziano a comparire statue e pilastri in pietra grigia, macchiata di muschio, grandi, piccoli, da soli a gruppi. Diventano sempre più frequenti e hanno un che di mistico, solenne, antico. E hai questa sensazione più che a ragione, perchè sei dentro ad un antico cimitero, l’Okuno-in, il più grande cimitero buddista del Paese, sul monte Koya.

Continua a leggere “Koyasan e Fujinomiya. Deep Japan.”

1933. L’ex macello.

Facciata 1933
La facciata dell’ex macello

Quello che il turista o viaggiatore vede nei pochi giorni che ha a disposizione a Shanghai è decisamente e necessariamente lontano dal suo vero sapore. Si concentrano tempo ed energia sui punti più famosi, che però non lasciano che una superficiale impressione di questa vasta e variegata città. Ma avendo la possibilità e la curiosità si possono scoprire posti, strade o edifici solitamente snobbati ma non meno interessanti di quelli che per i motivi più disparati sono diventati celebri. E oggi ti porto in una costruzione piuttosto insolita, la cui cupezza intrinseca contrasta fortemente con la bellissima estate che questo insolente 2020 ci sta regalando qui. Andiamo nell’ex macello di Shanghai.

Continua a leggere “1933. L’ex macello.”

Frutta, verdura e stagioni. L’estate in Cina.

Nuova stagione, nuove emozioni culinarie. Oggi ti faccio assaggiare un po’ di frutta e verdura che trovi in estate qui nella Terra di Mezzo. Tralascio pomodori, melanzane, albicocche, ciliegie eccetera: ti mostro i prodotti meno comuni da noi, quelli più particolari e importanti. E che mi piacciono di più.

Semi di loto freschi

Fresh lotus seeds
I frutto del loto aperto e i semi che contiene

L’estate è il momento della fioritura del loto, e quindi il momento di gustarne i semi. Oltre alle radici (deliziose!) si mangiano infatti anche i semi (蓮子, liànzi) contenuti nel frutto, che invece non è commestibile. Si liberano dal tessuto spugnoso dell’ovario ingrossato e si sbucciano dalla pellicola verde che li circonda: il semino bianco è pronto per essere gustato, dolce, fresco e croccante! Oltre che freschi si trovano anche disidratati, e si usano per moltissimi piatti qui in Cina. Zuppe, infusi e dolci, ma forse la preparazione più famosa è la pasta dolce che se ne ricava, che fa’ da ripieno per le famose moon-cake, i dolcetti tradizionali del Mid-Autumn Festival. Continua a leggere “Frutta, verdura e stagioni. L’estate in Cina.”