Local bites, CNY edition: i tang yuan!

I tang yuan rientrano tra i miei piatti preferiti in assoluto. Per questo non vedevo l’ora di parlartene ma ho aspettato il momento che gli avrebbe reso più giustizia, cioè il Capodanno Cinese. Ma cosa sono? come si mangiano? perchè si mangiano durante le feste per il Chinese New Year? Siediti che adesso ti racconto tutto.

Tang Yuan con fiori di osmanto essiccati
Continua a leggere “Local bites, CNY edition: i tang yuan!”

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

L’anno del Bue e la Festa delle Lanterne

Il 12 febbraio saluteremo il Topo per far spazio al Bue. E puoi facilmente immaginare che il mood di quest’anno non è che sia proprio dei migliori. Nonostante la Cina abbia contenuto l’epidemia fino a tornare ad una vita quotidiana quasi normale, i festeggiamenti per il festival più importante del calendario cinese saranno sottotono. Gli spostamenti e i viaggi sono sconsigliati e scoraggiati da procedure complicate, e molte famiglie non potranno festeggiare insieme un evento che spesso è l’unico momento dell’anno in cui riescono a trovarsi. Per strada è sempre il solito tripudio di anguille di mare e salsicce appese ad asciugare a fianco di mutande rosse e pigiami, e i negozi rigurgitano di hongbao, lanterne e caldendari. Ma i posti famosi, quelli maggiormente gettonati dal turismo interno sono molto più sobri degli anni passati, proprio per disincentivare e prevenire folle.

Ma l’anno nuovo comincerà, a dispetto della situazione, e come ogni anno che passo in questo Paese imparo qualcosa in più su questa affascinante e complessa festa. Quindi oltre a chiacchierare un po’ del segno del Bue e dello zoodiaco cinese ti parlerò ben bene della giornata che conclude tutto e che mi aveva conquistata dalla prima volta che ne ho sentito il nome: la Festa delle Lanterne.

Continua a leggere “L’anno del Bue e la Festa delle Lanterne”

Il Propaganda Poster Art Center

A Shanghai c’è un museo privato unico nel suo genere. Non ne troverai un’altro simile in nessuna parte del mondo. E’ una raccolta di materiale sulla Propaganda del XX secolo, che è piuttosto raro essendo stato quasi tutto distrutto. Questo museo non è pubblicizzato ed è anche difficile da trovare: non c’è nessun cartello, nessuna insegna sul palazzo dove è alloggiato. Pur essendo autorizzato dal governo mantiene una certa aria di clandestinità. Aumentata dal fatto che probabilmente sarai l’unico visitatore per tutto il tempo, anzi, dovranno accendere le luci per te. E’ lo Shanghai Propaganda Art Poster Center.

Continua a leggere “Il Propaganda Poster Art Center”

Il vicolo della Polvere Rossa – Qiu Xiaolong

Un libro agile, che da’ l’impressione di lasciarsi leggere senza troppo impegno, grazie alla sua suddivisione in ventitrè brevi racconti. Schizzi più che racconti, sbirciate, come quelle che piace tanto dare a me quando passeggio nei lilong, per rubare qualche immagine di quella vita quotidiana che mi attrae tanto. Ma nonostante il tono leggero, spesso ironico, sfumato di dramma, non è tra argomenti facili che ci accompagna l’autore. La Cina non è mai facile.

Continua a leggere “Il vicolo della Polvere Rossa – Qiu Xiaolong”

Le antiche città di Hongjiang e Qianyang

Tra le montagne uniche di Yangshuo e quelle forse ancor più incredibili di Zhangjiajie, il nostro viaggio nelle regioni dello Guanxi e Hunan ha visto una tappa dedicata alle città: Hongjiang, Qianyan, la mitica – quasi mitologica – Fenghuang e la famosa Furong, la città dell’ibisco. Ma queste ultime si meritano un capitolo a parte, oggi facciamo una lunga passeggiata tra i primi due, ben conservati, antichi borghi. Si tratta di città commerciali: la Via della Seta non era la sola vena attiva e vivace per i mercanti nell’antica Cina, anzi. Girovangando per le vie di questi centri sembra di poter rivivere l’atmosfera, la vita della Cina andata, tra palazzi dei governatori, sale per fumare l’oppio, teatri e case da tè.

Continua a leggere “Le antiche città di Hongjiang e Qianyang”