Ma quando si parte?!?

Mi ero illusa di riuscire a creare uno spazietto ordinato, da coltivare con misura, dove scrivere in maniera chiara le esperienze più rilevanti, dei consigli utili, come ci stiamo organizzando ecc… ma affrontiamo la realtà. A partire dal fatto che quella che ha bisogno di consigli sono io.

Sono solo al secondo post e già questo buon proposito l’ho perso per strada. Qui davanti è ancora tutto lindo e pulito, ma dietro ho già creato il caos, di foto, frasi a metà, di cose che vorrei raccontare ma che per tre quarti cancellerò perchè a chi vuoi che interessi!

French Concession Shanghai
Il Bund

Nella mia testa è già successo di tutto, ti ho già raccontato un sacco di cose, mostrato foto (non mie per ora, Giacomo è in avanscoperta), parlato a vanvera, fatto osservazioni acute e brillanti. E sono ancora qui in Italia a cercare di capire cosa impacchettare e cosa no, a ravanare nei cassetti e ad esclamare: to’, ecco dov’era! Io e i miei buoni propositi passiamo però insieme delle ore piacevoli.

Ma visto che per alcuni giorni ancora saro’ in madrepatria – mammamia, ma quando si parte?!? – per ora di questo posso raccontarti per distrarmi un po’. Scusa se magari ti annoio con queste chiacchiere e ti aspettavi una sorta di manuale o di memorandum, ma l’attesa fa pur sempre parte del piacere e visto che ormai sei qui vorrà dire che aspetterai assieme a me l’oscillante partenza. E ascolterai educatamente il mio blaterare per farmi ingannare meglio il tempo.

Partiamo per esempio con la Domanda del Momento: sei pronta per la Cina?
La risposta è sempre: no – secco. Pensavo che un bel giorno mi sarebbe venuto da rispondere di sì, ma ho capito che non succederà.
Prepararsi ad una cosa che fai fatica ad immaginare non è possibile e basta.
Mi dispiace e mi viene anche un po’ da ridere per tutte quelle espressioni deluse che ho visto ad ogni “no”, eheh.

Shanghai
Una via a Shanghai

Oppure tutti quei: “Vai a Shanghai?!?!? Ma che figata!!!”. Sì, senz’altro. Ma anche bho! Immagino che dipenderà tutto dal famoso atteggiamento positivo, dall’abusata apertura mentale. Dipende anche da come mi sono alzata quella mattina, tanto per capirci.
Ma anche se parto carica, in una posizione privilegiata, e saremo in due, ci sono talmente tanti fattori in gioco che mica deve essere per forza una figata. Sì, lo so che sono un’ottimista. (Queste cose qui sopra me le ripeto ogni tanto per frenare la continua cantilena che mi frastorna il cervello: chefigata!chefigata!chefigata!).

Se invece il parentado sia pronto a questo cambiamento lo lascio alla tua galoppante fantasia.

Il Domandone Numero Due è: perchè? Cosa che chiederei subito anch’io. E la risposta è la più classica: lavoro, non il mio. E perchè sono appiccicosa, per me le relazioni a distanza non esistono, almeno non a queste distanze, su!

E puntuale arriva sempre la Terza Domanda: per quanto tempo? Non lo so, questo lo scopriremo davvero assieme!

E’ incredibile poi la quantità di esperti di viaggi, di vita all’estero e di Paesi Orientali di cui non sospettavo minimamente.

Ci sono i navigati. Loro non si scompongono – stessa reazione che se avessi annunciato che vado a mangiarmi un gelato in centro. Si alza giusto un sopracciglio alla notizia che  non sono mai uscita dall’Europa e che quindi la prospettiva mi entusiasma e mi elargiscono quache consiglio che non capisco. Dopo averne incontrato uno, la sera, a letto, mi faccio un esame di coscienza (così la mamma è contenta) e mi chiedo se non stia esagerando – addirittura un blog solo perchè vai vivere da un’altra parte?! Vabbè, si vede che sono un po’ naif…

Ci sono i catastrofisti. “Vai a Shanghai? ” e scuote la testa con compatimento “Preparati a mangiare scarafaggi e cervello di scimmia!”. “Ma ti verrà un tumore ai polmoni!”. “Mi raccomando, fai tutti i vaccini perchè là hanno un sacco di malattie strane!”. “Oh no Daria! Cosa ti è successo???”.

Ci sono i divertenti e basta. “Ma sei sicura di voler andare in un posto dove si spostano ancora col bue e il carretto?!”. “Ti toccherà imparare il cirillico!”. “Dov’è che è ‘sto posto?”.

Io per non sbagliare ho preso appunti… ti saprò dire, e ti porterò un bel kimono!

Intanto è arrivato il (procrastinatissimo e ignorato fino all’ultimo) momento di occuparsi dei bagagli… Ma te ne parlerò meglio la prossima volta.

*

I mislead myself thinking I could create a clean room, to grown with moderation, where write in a clear way the most relevant experiences, useful advices, how are we organizing etc.. but we have to face reality. Starting from the fact that the one who need advices it’s me.

I’m just to the second post and I’ve already lost on the way this good purpose. Here it’s still clean and tidy, but behind I’ve already create the Chaos, of pictures, half-sentences, of things that I’d like to tell, but that I’m going to erase because who cares!

Inside my head everything has already happened, I have already showed you pictures (not mine, Giacomo is in reconnaissance), blabbered, done brilliant and quick remarks. And I’m still here in Italy, trying to understand what to pack and what not to pack, ransacking the drawers exclaiming: so, this thing was here! But me and my good purpose spend together some pleasant time.

But considering that for a few day  I’ll be still in homeland, for the moment I can tell about this to distract me a little.

For example, the Question of the Moment: are you ready for China? The answer is always: no – curt. I thought that one day I would have say yes, but it won’t happen. To prepare yourself to something that you can barely imagine is not possible and stop. I’m sorry and it makes me laugh a little those disappointed looks at every “no”, ehehe.

Or all those: “Are you going to Shanghai?!?!? Awesome!!!!”. Yes, of course. But dunno as well! I imagine that will depend on the famous positive attitude, on the abused open mind. It depends on how I woke up that morning, so to speak. But even if I start motivate, in a privileged position, and we will be in two, there are so many factor on the running that it hasn’t to be by means awesome. Yes, I know, I’m an optimist. (Every now and then I repeat these things to myself, just to slow down the continuous lullaby inside my mind: cool! cool! cool!).

If my relatives are instead ready to this change I’ll leave it to your galloping imagination.

The Question Number Two is: why? And the answer is very classical: the job, not mine. And because I’m clingy, long-distance relationships for me don’t exist, at least not with this distances.

And then the Third Question comes: how long? I don’t know, we’ll discover it together!

Then I found incredible the number of travel experts, expat life experts and oriental lifestyle experts. I didn’t expect this.

There are the experienced. They don’t get perturbed – same reaction if I’d told that I’m going to eat an ice-cream in the town center. Just an eyebrow lift when I say that I’m never gone out of Europe, therefore the prospect excite me. After that I met one of them, in the evening, in my bed, I do a conscience examination (for my mother’s joy), and I ask to myself if maybe I’m overdoing – even a blog just because I’m going to live somewhere else!? Oh well, it’s obvious that I’m a bit naive…

There are the doomsayer. “Are you going to Shanghai?” and shake the head in commiseration. “Prepare yourself to eat beagles and monkey’s brain!”. “Don’t forget, do every vaccine because they have many strange disease over there!” . “Oh no Daria! What happened to you???”.

Then there are the just funny. “But, are you sure you want to go in a country where they move whit oxen and cart?!”. “You must learn Cyrillic!”. “Where is this place you said?”.

Not to make mistake I took notes… I’ll tell you and I’ll bring to you a kimono!

Meanwhile the lugagge moment (ignorated until now) has arrived… but I’ll tell you next time.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...