Facciamo un giro a Qibao

Oggi ti porto a Qibao per una gita. Tranquillo, non devi portare niente di che: non usciamo nemmeno da Shanghai, andiamo in metro.

Qibao1
Qibao

Qibao (leggi “cibao“) è una piccola e antica cittadina sull’acqua, con case in architettura tradizionale cinese e altre attrazioni turistiche, come musei e street food. Tanto street food. Il nome significa “la città dei sette tesori”, che secondo la leggenda erano conservati nel suo tempio. Ma se vuoi saperne di più sulla sua storia leggila pure su Wikipedia o qui: io non ho voglia di starti a snocciolare fatti e date, ti racconto invece com’è camminare lì.

strada a Qibao
Le case tradizionali a Qibao

Lento e faticoso vista l’incredibile folla. I giorni festivi sono da evitare! E Qibao è gettonatissima dal turismo cinese. Quindi appena usciti dalla metro seguiamo il flusso di gente e arriviamo all’antica cittadina. Qualche foto all’elegante portale, al tempietto circondato da voti e preghiere (credo almeno), un’occhiata sconcertata al bruttissimo laghetto con rocce in plastica (ci ho provato a fotografarlo, ma non ci sono riuscita: era proprio brutto), oltrepassiamo il ponte e ci incanaliamo nella via centrale di Qibao.

Siamo trascinati dalla corrente di persone, ma visto che andiamo piano c’è tutto il tempo per studiarsi i vari e tanti street food – che da soli valgono un giretto – per farsi venire l’acquolina in bocca e i crampi allo stomaco, e per decidere tutto quello che vogliamo assaggiare al ritorno. E’ veramente uno spettacolo per gli occhi e l’olfatto: colori, profumi perlopiù sconosciuti, cibo in forme mai viste, carne, frutta, ravioli, spiedini, wrap… poi senti lui, l’odore famigerato dello stinky tofu, e trattieni il respiro perchè ne va della tua vita mentre ti chiedi chi diavolo mai potrà mangiare una cosa che emana quell’odore!?!?!

Fame permettendo si riesce anche a dare un po’ di attenzione alle case tradizionali, con le tegole nere, ai negozietti di artigianato: intaglio del legno, oggetti in giada, souvenir da turisti, sciarpe in seta, grilli (vivi, da combattimento), agli scorci rilassanti che si godono dai ponti.

ancient town of Qibao

E poi si guardano i cinesi che fanno i turisti a casa loro, caciaroni, confusionari, sbadati, ma tranquilli. Qualcuno guarda noi quasi con stupore: oggi di occidentali ce n’è pochissimi, e chi viene dalle campagne attorno a Shanghai non ha modo di vederne spesso. Lo stupore si trasforma in sorrisi e cenni di assenso quando ci vedono mangiare le loro specialità. In questo sono come gli italiani: tengono molto alla loro tradizione culinaria e hanno ragione, la sanno lunga.

Un’occhiata al tempio a pagoda, che da lontano affascina, ma perde però smalto man mano che ci si avvicina: è nuovo, interamente ricostruito, come Shanghai stessa d’altronde. E poi si è messo a piovere, non riesco nemmeno a fare le foto. Tornerò di sicuro a fare una passeggiata tra questi canali, magari non di domenica, ma andiamo a casa per ora, non sembra ma abbiamo camminato un sacco!

*

Today I’ll take you to Qibao for a day trip. Be calm, you don’t have to bring nothing special: we’ll neither go out of Shanghai, we’ll take the tube.

Qibao (pronounce “cibao”) is an ancient and little city built on water, with traditional chinese architecture houses and other touristic attractions like museums and street food. A lot of street food. The name means “the city of seven treasures”, that according to the legend, were kept in the temple. But if you want to learn more about this read Wikipedia or here: I dont’ really want to rattle off facts and dates, I tell you how is to have a walk here.

Slow and hard, seen the crowd. The festive days are to avoid! And Qibao is very liked from the chinese tourist. So, just out of the tube we only have to follow the crowd and we arrive to the ancient town. A few pics to the elegant gate, to the little temple surrounded by votes and prayers (I suppose), a disconcerted look the horrible small lake with plastic rocks ( I tried to take a picture of it but I didn’t manage: really to ugly!), we cross the bridge and we take the main street of the town, almost the half of it.

We are drag by the flow of people but, going slow, we can study the various and many  mouth-watering street foods – that deserve a tour only for them even  – and decide what we’d like to eat on our way back. It’s really a show for eyes and nose: colours, scents for the most part unknown, food in never-seen shapes, meat, fruit, dumplings, skewers, wraps… then you smell it, the infamous stink of the stinky tofu, and you hold your breath, wondering who for the hell can eat a thing with a smell like this!?!?

Hunger allow, you can pay also attention to the traditional houses, with black shingles, to the artisan shops: wood carving, silk scarfs, crickets (alive, to fight), the relaxing glimpses you can have from the bridges.

Then you can look the Chinese doing the tourists in their own Country, bumbling, heedless but relaxed. Someone looks at us almost with surprise: today there are a very few of westerns, and who comes from the countryside near Shanghai doesn’t see us very often. The surprise change in smiles and approval nodding when they see us eating their food. In this they are like the Italians: they care a lot about food tradition, and they’re right, they know a thing or two!

Just a look to the pagoda temple, that from a long distance is fascinating, but lose in shine while you’re getting closer: it’s new, entierely rebuildt, like the same Shanghai afetr all. And plus now it’s raining, I can’t neither take a pic. I’ll come back for sure to have a walk among this canals, maybe not on Sunday, but let’s go home now, it doesnt’ seems but we walked a lot today!

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...